Lelulò

/

Storia

Fino alla metà degli anni ’70 il locale di via Romagna 20 ospitava una delle più famose enoteche di Roma denominata “Cantine d’Italia”.

Le “Cantine d’Italia” erano gestite da Giuseppe Lorenzini, che, dicono Leonardo e Luisa Lorenzini, “era anche nostro nonno”.

Leonardo e Luisa Lorenzini decidono, alcuni anni fa, forti delle proprie esperienze lavorative e personali, di riprendere l’attività del nonno apportando modifiche al locale per metterlo al passo con i tempi, senza, tuttavia, stravolgere quella che era l’atmosfera di accoglienza e di ospitalità a cui il locale si prestava.

La passione per la cucina e per il buon vino dei due giovani Lorenzini, l’alta qualità delle materie prime impiegate, l’attento arredamento,  la distribuzione delle sale ed il comfort in generale, la simpatia, la cortesia e la buona accoglienza di tutto il personale sono caratteristiche che  rendono il locale adatto a passare con spensieratezza e in un ambiente trendy e di classe alcune ore gustando una lieta cena o un buon  pranzo, grazie  anche all’ alta qualità  ed alla originalità delle pietanze proposte, alcune delle quali  variano con le stagioni. A ciò aggiungasi l’ampia gamma dei vini che contraddistingue la cantina del ristorante, in grado di soddisfare anche i commensali più esigenti  e competenti. Il tutto a prezzi ragionevoli e altamente competitivi.